My Wall

Wednesday, April 19, 2006

Che bella la rete... e che bello che era andare a scuola!!!

NOTE sui REGISTRI di CLASSE

L'alunno B++++ D++++++ partecipando ad una strana competizione tra compagni sbatte continuamente la testa contro il muro nel tentativo di fermare con la fronte una monetina lasciata cadere radente il muro stesso dai compagni. Il rimbombo continuo provocato impedisce alle aule vicine il regolare svolgimento delle lezioni.

S***** C****** lascia l'aula prima dell'orario di uscita dopo aver fotografato la lavagna con il cellulare sostenendo che avrebbe riesaminato la lezione a casa sua.

L'alunno M. tenta di accecare S. con la cordadella veneziana dopo aver constatato che la resistenza del cavo non è tale da consentire l'impiccagione di S.

La studentessa Muolo, ripetutamente stuzzicata da Savino e Terranova, risponde con un linguaggio degno delle più fumose taverne del porto di Genova

Gli alunni M.P. e D.A. dopo aver rubato diversi gessetti dalla lavagna di classe, simulano durante la lezione l'uso di sostanze stupefacenti tramite carte di credito e banconote arrotolate, tentando inoltre di vendere le sopracitate finte sostanze ai propri compagni. A mia insistente richiesta di smetterla vengo incitato a provare pure io per non avere così tanti pregiudizi.

La classe non mostra rispetto per l'illustre filosofo Pomponazzi e ne altera il nome in modo osceno.

Gli alunni Passuello, Pelanti e Piumatti scommettono euro 5 sulle prestazioni negative dell'alunno Manno.

Il crocefisso dell'aula è stato rovinato. Il Cristo ora ha disegnata la maglia della nazionale.

L'alunno X durante l'intervallo intrattiene dalla finestra dell'aula gli alunni dell'istituto imitando Benito Mussolini, munito di fez e camicia >nera, presentando una dichiarazione di guerra all'istituto che sta dall'altra parte della strada.

Dopo aver fatto scena muta durante l'interrogazione di geografia astronomica Vxxxxx chiede di avvalersi dell'aiuto del pubblico.

L'alunno M.G. al termine della ricreazione sale sul bancone adiacente la cattedra e dopo aver gridato: "Ondaaaa energeticaa" emise un rutto notevole che incitò la classe al delirio collettivo.

0 Comments:

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home